NBA tempo quarantena
(Photo by Kevin C. Cox/Getty Images)

Le norme in merito al periodo di quarantena potrebbero presto cambiare anche in Italia, ma in attesa di capire quali saranno le decisioni prese è l’NBA ad avere comunicato in queste ore la decisione presa a riguardo. Secondo quanto anticipato da The Athletic e confermato da ESPN, la lega e l’associazione giocatori hanno trovato un accordo per modificare il periodo di quarantena richiesto ai membri del Tier 1 (giocatori, allenatori, staff e arbitri) che risultino positivi al Covid-19.

Il periodo da osservare in caso di mancanza di sintomi sarà infatti minore rispetto a quanto accaduto finora. Si passa infatti da dieci a sei giorni, in modo tale da poter tornare in attività più velocemente.

Resta comunque aperta la possibilità di poter tornare a disposizione anche in un lasso di tempo inferiore, a condizione ovviamente di ricevere esito negativo a un doppio tampone. La decisione è in linea con quanto annunciato dal CDC (Center for Disease Control) statunitense, che ha annunciato la riduzione del periodo di isolamento da 10 a 5 giorni per i positivi asintomatici, visto che i dati a disposizione indicano che la carica virale è sufficientemente bassa da non essere più contagiosa.

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi