Tamponi laboratorio unico
Un operatore sanitario alle prese con un tampone per il coronavirus (Photo Samantha Zucchi Insidefoto)

Sarebbe stata presa in considerazione ma al momento accantonata l’ipotesi di tampone obbligatorio per entrare allo stadio, nei cinema e nei teatri. È quanto riporta il Corriere della Sera.

Ieri infatti era emersa l’ipotesi secondo cui per partecipare ai grandi eventi o andare nei luoghi affollati, anche chi è vaccinato dovrà avere un tampone negativo. Secondo le prime indiscrezioni, si trattava di una misura che il governo avrebbe dovuto approvare giovedì per evitare un’impennata di contagi. Tra le altre ipotesi, il Governo valuterà inoltre di imporre la mascherina all’aperto in tutta Italia e dopo Capodanno potrebbe scattare l’estensione del green pass rafforzato, con l’obbligo per tutti i lavoratori.

La linea di Draghi rimane ferma sulla volontà di mantenere aperte tutte le attività, ma l’andamento dei contagi comincia a preoccupare. L’obiettivo è limitare i contatti soprattutto nei luoghi più affollati: ecco perché il tampone aggiuntivo per chi ha già il green pass rafforzato alla fine potrebbe essere obbligatorio soltanto dove ci sono assembramenti ed è impossibile mantenere il distanziamento, come le discoteche e le feste.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI