(Photo by David Ramos/Getty Images)

Storico accordo per i diritti televisivi della Liga in Spagna. Come riporta 2playbook, il massimo campionato spagnolo ha venduto il pacchetto dei diritti tv per il quinquennio 2022-2027 a una cifra 4,95 miliardi di euro alla coppia DAZN-Telefonica, per un valore di 990 milioni l’anno, 10 milioni in più a stagione rispetto all’accordo precedente.

La Liga sarà quindi divisa tra DAZN e Movistar, marchio con il quale opera Telefonica nel Paese, che trasmetteranno cinque partite ciascuna ogni turno; Telefonica si è comunque assicurata la trasmissione esclusiva di tre turni. Si tratta di un ottimo risultato da parte della Liga, considerando che è riuscita a strappare un accordo al rialzo, diversamente dal resto del continente.

DAZN allarga quindi la sua offerta per la Spagna, che già comprende MotoGP, Formula 1, Premier League ed Eurolega di pallacanestro. Dovrà comunque fare i conti con un calo generale degli abbonati per il pallone, passati da 4 milioni nel 2016 ai 2,4 milioni del primo trimestre 2021.

«I risultati di questo bando, in cui i giocatori sono apparsi sulla scena con un modello di distribuzione che si adatta alla realtà dell’attuale mercato audiovisivo e digitale, hanno portato a una migliore distribuzione dei contenuti e quindi facilitare un maggiore accesso all’emozione del calcio per i tifosi», ha spiegato la Liga in un comunicato.

Tutta la LaLiga Santander è su DAZN: 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi