Atalanta quanto vale qualificazione ottavi Champions
Gian Piero Gasperini (Photo Cesare Purini / Insidefoto)

Atalanta quanto vale qualificazione ottavi Champions – L’Atalanta sogna il terzo passaggio consecutivo agli ottavi di Champions League. “Una gara decisiva con un solo risultato: una bella benzina per l’Atalanta“, le parole del tecnico Gian Piero Gasperini, alla vigilia dello scontro decisivo contro il Villarreal: chi vince, passa, ma agli spagnoli può bastare anche il pareggio. “Veniamo da 5 vittorie importantissime di fila in campionato, ma si parte dallo 0-0 e va resettato tutto quanto – la premessa dell’allenatore dei bergamaschi -. La Champions è tutt’altra competizione e il Villarreal è abituata a vincere in Europa, quindi serve una grande prestazione per passare. La qualità di Ilicic e Muriel può essere determinante. Loro due sono quelli che in attacco hanno la qualità e la capacità di dare un valore aggiunto alla squadra”.

Un sogno che ha un peso anche dal punto di vista economico. Finora, infatti, l’Atalanta ha incassato circa 30 milioni di euro dai premi Uefa. Quanto può valere, però, il passaggio del turno e il ritorno agli ottavi per la terza stagione consecutive? Ecco tutte le cifre.

Atalanta quanto vale qualificazione ottavi Champions, le cifre

Finora, dicevamo, l’Atalanta si è guadagnata una fetta di ricavi pari a circa 30 milioni di euro, così distribuiti:

  • Bonus partecipazione: 15,6 milioni di euro;
  • Market Pool 1: 4 milioni;
  • Ranking decennale/storico: 4,5 milioni;
  • Bonus risultati: 5,6 milioni;
  • TOTALE: 29,8 milioni di euro.

Per passare al turno successivo, l’Atalanta ha bisogno di una vittoria, che le garantirebbe 2,8 milioni di ricavi in più, che andrebbero ad aggiungersi al bonus da 9,6 milioni per la qualificazione agli ottavi. Battendo il Villareal, quindi, i ricavi dei bergamaschi salirebbero ad un minimo di 42,2 milioni, con un’ultima fetta legata alla seconda parte del Market Pool (i diritti tv che l’Uefa distribuisce ai club sotto forma di premi), che viene calcolata in base al numero di partite che la singola squadra disputa in stagione rispetto al numero complessivo delle gare giocate dai club della stessa nazione. Si può quindi già fare una stima: in caso di passaggio del turno, l’ipotesi minima per i nerazzurri (Atalanta ko agli ottavi e Inter e Juventus in finale) porterebbe ricavi per ulteriori 4 milioni

Complessivamente, quindi, l’Atalanta passando agli ottavi potrebbe garantirsi un minimo di 46,2 milioni di euro in ricavi dai premi Uefa. Nel 2019/20, anno in cui i nerazzurri di Gasperini si erano fermati ai quarti (venendo eliminati dal Paris Saint Germain di Neymar e Mbappè), i bergamaschi incassarono circa 58 milioni di euro, contro i circa 45 milioni del 2020/21.

GUARDA ATALANTA-VILLAREAL IN ESCLUSIVA SU AMAZON PRIME VIDEO. ISCRIVITI AD AMAZON PRIME VIDEO E PROVALO GRATIS PER 30 GIORNI. CLICCA QUI PER REGISTRARTI

IMPORTANTEIn qualità di Affiliato Amazon, Calcio e Finanza riceve un guadagno dagli acquisti idonei. Calcio e Finanza può guadagnare €3 per ogni utente, con diritto di usufruire del periodo gratuito di 30 giorni di Amazon Prime, che da www.calcioefinanza.it si iscrive a Prime attraverso PrimeVideo.comRegistrandoti ad Amazon Prime Video attraverso il precedente link puoi pertanto contribuire a sostenere il progetto editoriale di Calcio e Finanza. Grazie.

PrecedenteQuanto è costato De Winter, giovane difensore della Juve
SuccessivoArrivabene: «Plusvalenze? Serve rispetto per la Juve»