Codacons azione collettiva Juventus
Il logo della Juventus all'Allianz Stadium (Photo MARCO BERTORELLO/AFP via Getty Images)

Sono ripresi oggi in procura a Torino gli interrogatori dei testimoni nell’inchiesta sui conti della Juventus. Oggi era prevista la convocazione di Giovanni Manna, il dirigente del club responsabile della formazione Under 23 del club bianconero.

Fra le plusvalenze che interessano gli inquirenti subalpini ci sono quelle realizzate sugli scambi di giocatori giovani e giovanissimi. Ricordiamo infatti che al vaglio dei pm ci sono le plusvalenze contabilizzate dalla società bianconera nel triennio 2019-2021.

Secondo quanto si legge nel decreto delle perquisizioni effettuate venerdì scorso ci sarebbe stata, per l’accusa, una «gestione malsana delle plusvalenze, talvolta utilizzata quale strumento “salva bilanci”» determinando «un miglioramento fraudolento degli indici di bilancio».

Così, dopo aver sentito come testimoni dei giorni scorsi il direttore sportivo della Juventus, Federico Cherubini e l’AD Maurizio Arrivabene, le cui deposizioni sono state entrambe secretate, oggi pomeriggio era il turno di un altro manager bianconero.

Nella giornata di ieri due degli indagati nell’inchiesta, Stefano Bertola e Marco Re, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

GUARDA “ALL OR NOTHING: JUVENTUS” SU AMAZON PRIME VIDEO. ISCRIVITI E PROVA IL SERVIZIO GRATIS PER 30 GIORNI. CLICCA QUI PER REGISTRART

IMPORTANTEIn qualità di Affiliato Amazon, Calcio e Finanza riceve un guadagno dagli acquisti idonei. Calcio e Finanza può guadagnare €3 per ogni utente, con diritto di usufruire del periodo gratuito di 30 giorni di Amazon Prime, che da www.calcioefinanza.it si iscrive a Prime attraverso PrimeVideo.comRegistrandoti ad Amazon Prime Video attraverso il precedente link puoi pertanto contribuire a sostenere il progetto editoriale di Calcio e Finanza. Grazie.