Barcellona dove giocherà
Il Camp Nou di Barcellona (Foto Imago/Insidefoto)

Mancano poco più di due settimane al referendum con il quale il Barcellona chiederà ai propri soci di approvare il finanziamento da 1,5 miliardi di euro per la realizzazione del progetto Espai Barça, che prevede – tra le varie opere – anche un completo restyling del Camp Nou.

La sola operazione di riqualificazione dell’iconico stadio costerà intorno ai 900 milioni di euro, mentre altri 420 milioni saranno destinati al nuovo Palau Blaugrana. I costi di urbanizzazione e per il campus saranno invece pari a 100 e 60 milioni, per chiudere con 20 milioni da investire nell’Estadi Johan Cruyff.

Ma come sarà organizzata l’attività ordinaria del Barcellona durante le prossime stagioni? I blaugrana saranno in grado di utilizzare lo stadio per le partite interne o si dovranno trasferire, come ha fatto per esempio il Real Madrid lo scorso anno?

Secondo il quotidiano spagnolo Marca, il Barcellona ha previsto che durante il primo anno dei lavori di riqualificazione si giochino le partite interne al Camp Nou, ma con soltanto una parte delle tribune abilitata ad accogliere il pubblico, a rotazione.

La seconda stagione, invece, la squadra si dovrà trasferire lontano dall’impianto, ma senza lasciare la città e con lo Stadio Olimpico come prima opzione sul tavolo, anche se non c’è ancora una location già definita. La terza e quarta stagione, invece, dovrebbero essere organizzate sulla falsa riga della prima. L’obiettivo del club è quello di concludere il restyling dello stadio entro il 2025.

Scopri TIMVISION Gold con tutto Netflix, Disney+, DAZN con tutta la Serie A TIM, Infinity+ con la UEFA Champions League. Clicca qui, compila il form e ricevi maggiori informazioni