Juventus falso in bilancio
Fabio Paratici, Pavel Nedved e Andrea Agnelli (Insidefoto.com)

Anche la Procura di Torino si muove sul tema delle plusvalenze e dei movimenti di mercato delle ultime stagioni per la Juventus. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, la Procura ha infatti mandato la Guardia di finanza nella sede della società bianconera.

Il presidente Andrea Agnelli, il vicepresidente Pavel Nedved, l’ex direttore sportivo Fabio Paratici (oggi al Tottenham) e altri tre dirigenti ed ex dirigenti bianconeri dell’area finanziaria sarebbero indagati con l’ipotesi di falso in bilancio e false fatturazioni, in operazioni per circa 50 milioni.

In base alla legge sulla responsabilità delle società, la stessa contestazione è mossa al club. Dopo gli accertamenti già avviati da Consob e Covisoc, l’inchiesta della Procura di Torino è coordinata dai pubblici ministeri Mario Bendoni, Cirio Santoriello e dall’aggiunto Marco Gianoglio.

Si tratta tuttavia di una materia su cui la magistratura aveva cercato già altre volte di intervenire, senza però giungere a conclusioni: nel 2008, ad esempio, Inter e Milan vennero prosciolte dalle stesse accuse.

GUARDA “ALL OR NOTHING: JUVENTUS” SU AMAZON PRIME VIDEO. ISCRIVITI E PROVA IL SERVIZIO GRATIS PER 30 GIORNI. CLICCA QUI PER REGISTRART

IMPORTANTEIn qualità di Affiliato Amazon, Calcio e Finanza riceve un guadagno dagli acquisti idonei. Calcio e Finanza può guadagnare €3 per ogni utente, con diritto di usufruire del periodo gratuito di 30 giorni di Amazon Prime, che da www.calcioefinanza.it si iscrive a Prime attraverso PrimeVideo.comRegistrandoti ad Amazon Prime Video attraverso il precedente link puoi pertanto contribuire a sostenere il progetto editoriale di Calcio e Finanza. Grazie.