TIM nuovo accordo DAZN
(Foto: Gabriele Maltinti/Getty Images, via Onefootball)

Mentre sullo sfondo resta il corteggiamento per TIM da parte del fondo Kkr, nella giornata di oggi tornerà a riunirsi il collegio sindacale e a seguire il Comitato controllo e rischi della compagnia telefonica guidata dall’amministratore delegato Luigi Gubitosi.

Secondo quanto riporta La Repubblica, l’analisi di oggi si focalizzerà in particolar modo sui numeri della partnership con DAZN, la piattaforma che distribuisce le partite della Serie A in streaming e su cui Gubitosi ha scommesso un miliardo di euro in tre anni.

I risultati di questo accordo in termini di allacciamenti alla banda larga TIM sono però molto inferiori al budget e hanno già portato a lanciare un secondo profit warning nel 2021 che ha penalizzato fortemente il titolo.

Ora, sindaci e consiglieri vogliono vederci chiaro anche sul 2022 e 2023 per capire se i numeri previsti siano attendibili oppure no, e se siano necessari ulteriori accantonamenti che potrebbero portare a un terzo allarme utili.

Solo a valle di queste verifiche, su cui si lavora ormai da diverse settimane, i consiglieri indipendenti e in particolare i cinque indicati da Assogestioni prenderanno una decisione riguardo alla possibilità per il manager – nel mirino in questi giorni – di continuare a guidare l’azienda.

Nel CdA infatti, i consiglieri legati a Vivendi sono cinque e da soli non possono determinare le sorti dell’azienda se non trovando il consenso anche degli altri consiglieri indipendenti, del presidente Salvatore Rossi e dell’esponente della Cassa Depositi e Prestiti, Giovanni Gorno Tempini.

Scopri TIMVISION Gold con tutto Netflix, Disney+, DAZN con tutta la Serie A TIM, Infinity+ con la UEFA Champions League. Clicca qui, compila il form e ricevi maggiori informazioni