Perché Juve logo arancione
(Photo by Chris Ricco/Getty Images)

La Juventus cambia colore, almeno per il momento. Sui profili social del club, il celebre logo nero su campo bianco, ormai divenuto un vero e proprio marchio è stato sostituito dall’arancione un paio di giorni fa.

In molti, appassionati e non, si sono chiesti il motivo di questa scelta. A spiegarlo è stata la Juventus stessa sui propri profili social: il club ha aderito infatti alla campagna internazionale “Orange the World”, dedicata alla giornata internazionale contro la violenza sulle donne, la cui ricorrenza cade giovedì 25 novembre.

Perché Juve logo arancione
Il logo con cui la Juventus aderisce alla campagna delle UN

Perché Juve logo arancione, le origini della campagna

Nessuna mossa di marketing o rivoluzione societaria in arrivo, quindi. La campagna è stata lanciata dalle Nazioni Unite, e prevede 16 giorni di attivismo dal 25 novembre al 10 dicembre di ogni anno, giornata internazionale per i diritti umani. L’iniziativa risale al 1991, e il colore arancione indica un “futuro più luminoso, libero dalla violenza contro donne e ragazze”.

Nei 16 giorni che vanno dal 25 al 10 (e anche in quelli appena precedenti), le Nazioni Unite chiedono di indossare il colore arancione negli spazi fisici e virtuali il 25 novembre, compresi i luoghi di lavoro, i monumenti significativi nelle città e
comunità, spazi online come i siti web, le firme elettroniche, e infine gli account dei social media, come nel caso dei bianconeri.

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi