Chi è Matias Soulè
(Foto: Alessandro Sabattini/Getty Images)

Il nome non dirà molto alla maggior parte dei tifosi. Matías Soulé Malvano, 18 anni compiuti ad aprile, e una recente eliminazione dalla Coppa Italia Serie C con la sua Juventus Under 23, fermata agli ottavi di finale dal Sudtirol.

Ma in Argentina – e magari anche i suoi tifosi bianconeri – avranno presto modo di conoscerlo meglio, dato che il giovanissimo calciatore è nella lista dei convocati di Lionel Scaloni per i match di qualificazione alla Coppa del Mondo. Insieme a Dybala e Messi, insieme a Lautaro e Di Maria.

Chi è Matias Soulè – La convocazione dell’Argentina

Sono queste – sottolinea La Stampa – le zone del campo che copre anche in casa Juventus, facendo brillare il suo talento per ora in Serie C. Per questo la sua convocazione con i pesi massimi di Psg, Inter e Juventus appare così particolare, ma per il giovanissimo atleta potrebbe essere soltanto l’inizio.

Il debutto con la prima squadra della Juventus è arrivato soltanto nelle amichevoli estive e durante quelle nelle pause per le nazionali. Quando Allegri è rimasto a corto di giocatori ha contato su di lui per scaldare i motori, testandolo per la Serie A, e Soulé ha saputo rispondere presente arrivando anche al gol.

Intanto il ragazzo continuava a convincere in Serie C con la squadra allenata da Zauli e, essendo un 2003, insieme all’altro talento Miretti veniva prestato alla Primavera per le sfide di Youth League, la Champions League delle formazioni Under 19.

Chi è Matias Soulè – Dal Velez alla Juventus

Arrivato dalle giovanili del Velez Sarsfield, la Juventus ha blindato Soulè fino al 2026 puntando forte sul suo talento. Per lui, l’eredità da raccogliere in casa bianconera è quella di Dybala a cui assomiglia di più per caratteristiche tecniche: più punta, abile ad addentrarsi da destra per calciare con un mancino potente e preciso.

«Sono felice di aver rinnovato con la società che mi dà tutto il suo sostegno e la sua fiducia. Questo è solo l’inizio e darò tutto per raggiungere gli obiettivi, grazie anche a che mi sostiene incondizionatamente», aveva dichiarato a Juventus TV a inizio stagione.

Di sicuro, era difficile pensare di essere convocato di lì a poco con Messi, Dybala e gli altri campioni. Ma l’occasione c’è e – se ci sarà modo – non va sciupata. Il tempo è sicuramente dalla sua parte.

Scopri TIMVISION Calcio e Sport: Serie A e Champions League in un unico abbonamento a 19,99 €/mese. Clicca qui, compila il form e ricevi maggiori informazioni