Milan monte ingaggi
Paolo Maldini (Foto Andrea Staccioli / Insidefoto)

“Rinnovo di Kessie? Ne stiamo parlando da tanto tempo, ci sarà ancora occasione di incontrarci per l’ennesima volta col suo agente e poi decideremo con serenità. Ma in questo momento non è un tema del giorno, abbiamo l’impegno di stasera e quello di domenica che sono importanti. Tutti i ragazzi, anche quelli che lo scorso anno erano in scadenza, hanno dimostrato grande professionalità e se oggi siamo in Champions il merito è anche di Calhanoglu e Donnarumma”. Lo ha detto il direttore tecnico del Milan Paolo Maldini, intervistato da Amazon Prime Video prima della sfida di Champions League contro il Porto.

“Cosa serve per fare meglio in Europa? Ci vorrebbe un ranking migliore innanzitutto, siamo nel girone più difficile. Abbiamo fatto una discreta partita a Liverpool, molto bene contro l’Atletico e male contro il Porto. Non meritiamo gli zero punti, ma siamo una squadra giovane e questo ci aiuta a crescere. Dobbiamo tenere i ritmi alti per 90 minuti come in Italia anche in Champions contro squadre che corrono e che hanno qualità”.

“Cerchiamo sempre di aggredire molto alti. Poi ci sono partite come quella a Liverpool in cui vai in balia del loro ritmo infernale. Hanno anche loro dei difetti e lo abbiamo dimostrato. Noi sappiamo bene che i campioni fanno la differenza, ma l’idea di spirito di squadra e di motivazioni c’è tra allenatore, giocatori e dirigenza. È questa la nostra forza”.

Scopri TIMVISION Calcio e Sport: Serie A e Champions League in un unico abbonamento a 19,99 €/mese. Clicca qui, compila il form e ricevi maggiori informazioni