Infront diritti tv Medio Oriente
(Foto: Enrico Locci/Getty Images)

La compagnia di telecomunicazioni TIM è al lavoro per trovare una soluzione che porti alla chiusura dell’istruttoria avviata dall’Antitrust a proposito della partnership con DAZN. L’obiettivo è risolvere quelle che TIM definisce «preoccupazioni concorrenziali» senza l’accertamento di infrazioni e, di conseguenza, senza sanzioni.

«Il 6 luglio 2021 AGCM ha avviato un’istruttoria nei confronti di TIM e DAZN per possibile intesa restrittiva della concorrenza relativamente all’accordo per la distribuzione, e il supporto tecnologico, per i diritti TV della Serie A di calcio nel triennio 2021-2024», si legge nella trimestrale della società.

«L’istruttoria è, inoltre, volta a verificare la restrittività dell’intesa con riferimento a ulteriori elementi che riguardano la possibile adozione da parte di TIM di soluzioni tecniche non disponibili per gli operatori di telecomunicazione concorrenti e che potrebbero tradursi in ostacoli all’adozione di soluzioni tecnologiche proprie. La chiusura del procedimento è prevista entro il 30 giugno 2022», prosegue la nota.

«L’Autorità ha contestualmente anche avviato un sub procedimento per l’eventuale adozione di misure cautelari. Con delibera del 27 luglio 2021 AGCM ha chiuso il procedimento cautelare, ritenendo che le iniziative e le modifiche all’accordo nel frattempo proposte da parte di TIM e di DAZN siano idonee, allo stato, a impedire che durante il procedimento di accertamento si produca un danno grave e irreparabile per la concorrenza.

Infatti, le misure suddette mirano, nel loro complesso, ad evitare possibili discriminazioni nella fruizione del servizio DAZN riconducibili alla sua attivazione da parte di utenti che utilizzano servizi di connessione internet diversi da quelli offerti da TIM. Inoltre, è stato modificato l’accordo tra TIM e DAZN al fine di garantire a DAZN una piena libertà nell’applicare sconti e promozioni. TIM si è anche impegnata a fornire a DAZN un quantitativo sufficiente di set-top-box white label per garantire anche ai clienti di DAZN la visione sul digitale terrestre delle partite in caso di problemi di connessione.

TIM, infine, si è impegnata a fornire servizi wholesale agli OAO interessati per la gestione di picchi di traffico derivanti da trasmissioni dati live, a prescindere dalla tipologia di contenuti trasportati.

Attualmente TIM, nell’ambito del procedimento principale, seppur convinta di aver agito in maniera legittima, sta valutando la possibilità di presentare una proposta di impegni al fine di risolvere le preoccupazioni concorrenziali oggetto dell’istruttoria e addivenire alla chiusura del procedimento senza l’accertamento di alcuna infrazione e quindi senza l’irrogazione di sanzione», conclude il documento.

Scopri TIMVISION Calcio e Sport: Serie A e Champions League in un unico abbonamento a 19,99 €/mese. Clicca qui, compila il form e ricevi maggiori informazioni