(Photo by David Rogers/Getty Images)

Crescono sempre di più le piattaforme OTT nel mercato audiovisivo italiano. Come riporta Claudio Plazzotta su Italia Oggi, in base a un’analisi dei dati Auditel, lo share raccolto dalla tv generalista tra il gennaio e il settembre 2021 è calato rispetto allo stesso periodo del 2019, con le piattaforme streaming che sono state capaci di intercettare una parte sempre più rilevante dell’audience.

Il quotidiano sottolinea inoltre che applicazioni come Netflix, Prime Video e Discovery+, visibili sulle smart tv, stanno intercettando i target più interessanti della televisione, con un 20% di share sulla fascia anagrafica dei giovanissimi, ribaltando equilibri e pesi dei vari broadcaster. In questi equilibri il gruppo Rai rimane la principale emittente, seguita da Mediaset e dal gruppo Discovery.

Sky risulta invece in calo, con una flessione dell’11,4% causata dalla pandemia e solo in parte dalla perdita dei diritti di trasmissione della Serie A (ad eccezione di tre partite). In calo anche DAZN, alla luce della chiusura dei canali su Sky del luglio 2021, unica parte che era rilevata da auditel.

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi