Inter spettatori
I tifosi dell'Inter a San Siro (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

“Prezzi quadruplicati per Inter-Juventus”. È questa l’accusa che i tifosi hanno lanciato nei confronti della società nerazzurra per quanto riguarda i prezzi dei biglietti per il big match di domenica sera a San Siro.

Senza la possibilità di fare gli abbonamenti stagionali, considerando le limitazioni alla capienza, il club nerazzurro ha dovuto rivedere la sua strategia di ticketing, seguendo tuttavie le orme di quanto già fatto nelle stagioni precedente: privilegiare i prezzi ridotti per le gare di seconda/terza fascia (in modo da favorire il riempimento del Meazza), andando a rivedere in alto le cifre, invece, per i match di cartello, in cui il pericolo del non riempimento è minore.

Questo è il motivo, ad esempio, per cui i prezzi sono così diversi per i biglietti delle diverse gare dei nerazzurri: guardando alle prossime sfide, ad esempio, nei settori principali (secondo anello verde, secondo rosso centrale e secondo arancio centrale) tra la gara contro la Juventus e quella, successiva, con l’Udinese, i prezzi sono maggiori per il match con i torinesi di circa 2/3 volte. Anche perché la sfida con i friulani sarà giocata alle 12.30 e, soprattutto, sarà una partita dedicata agli Inter Club, con prezzi ridotti per gli iscritti e, di conseguenza, ridotti anche per il resto dei settori.

Guardando alle gare disputate finora, così, si può notare un prezzo che varia in base alle avversarie: per il secondo anello verde, il settore riservato alla tifoseria organizzata, si parla ad esempio di una media di 47 euro per i tagliandi riservati agli abbonati per le gare con Juventus e Real Madrid, contro una media di 20 euro per le gare di campionato di seconda fascia (contro Bologna, Udinese e Genoa). Allo stesso modo, ai 110 euro di media per Juventus e Real al secondo rosso centrale, fanno da contraltare i 29 euro per le gare di campionato.

Un prezzo su cui la mancata possibilità di mettere in vendita gli abbonamenti, ovviamente, incide. Ma il club nerazzurro punta comunque, una volta ricevuto il via libera al 100% di capienza, a lanciare una campagna abbonamenti per tutte le gare che mancheranno, riducendo così anche le spese per i tifosi, considerando ad esempio che nel girone di ritorno l’Inter disputerà il derby in casa.

E, a proposito di derby, la strategia di prezzo del club nerazzurro per gli abbonati porta, comunque, a cifre inferiori rispetto alle dirette concorrenti. Per Milan-Inter, ad esempio, i tifosi abbonati nel 2019/20 che hanno voluto acquistare un tagliando per il secondo anello blu, settore riservato alla tifoseria organizzata rossonera, hanno dovuto spendere 59 euro (contro i 46 per Inter-Juve del secondo verde), mentre per il secondo rosso e arancio centrale le cifre sono arrivate rispettivamente a 114 e 104 euro (contro 105 e 95 per l’Inter). Numeri inferiori anche nel confronto con gli stessi bianconeri, che per Juventus-Milan avevano messo in vendita tagliandi a 52 euro per la Curva Sud.

GUARDA INTER-JUVENTUS IN ESCLUSIVA STREAMING SOLO SU DAZN. ATTIVA ORA