Inghilterra stadi da visitare
(Foto: Christopher Furlong/Getty Images, via Onefootball)

L’ente del turismo inglese ha pubblicato una guida aggiornata per gli appassionati di calcio con le tappe imperdibili per chi si trovasse a viaggiare nel Paese. Da Old Trafford ad Anfield, sono 12 i “santuari” calcistici consigliati per chi non può fare a meno del mondo del pallone anche all’estero.

A cominciare da Covent Garden, un quartiere di Londra in cui si trova la taverna vittoriana nella quale il calcio ha messo le sue radici. Il suo nome è Freemasons Arms, si tratta di un pub che serve birre e ottimo cibo sin dal 1800 ed è noto come il luogo in cui la Football Association inglese si è riunita per stabilire le regole di quello che sarebbe diventato uno degli sport più popolari al mondo.

Una seconda tappa importante è rappresentata dal National Football Museum – situato nel cuore di Manchester – checelebra la storia dello sport nazionale, aggiungendo anche mostre ed esposizioni basate sui successi e sulle glorie dei giorni nostri.

Presenti collezioni di ogni genere, dalla storia della Football League al successo dell’Inghilterra nella Coppa del Mondo del 1966, con divise indossate, trofei e display interattivi donati al museo nel tempo. Tra gli appuntamenti fissi al museo anche l’English Football Hall of Fame. Per quasi due decenni la Football Hall of Fame inglese del National Football Museum ha celebrato il calcio. Ora, il museo ospiterà una mostra permanente che celebra i più grandi nomi, club e partite.

Inghilterra stadi da visitare – La Dare Skywalk del Tottenham

Si passa poi finalmente agli stadi, a cominciare dal nuovissimo Tottenham Hotspur Stadium. Qui non si può fare a meno di provare l’esperienza della Dare Skywalk, un’attrazione unica nel suo genere che consente di arrampicarsi sul tetto dello stadio, intorno alla statua che rappresenta il simbolo degli Spurs e che offre viste incredibili sulla capitale.

(Foto: Catherine Ivill/Getty Images, via Onefootball)

Per i più coraggiosi, è possibile concludere l’esperienza in un modo meno convenzionale. The Edge è un salto dal tetto dello stadio – la prima esperienza di questo tipo nel Regno Unito – e vede gli skywalker più coraggiosi scendere dalla passerella alla tribuna sottostante con un’imbracatura.

Tra i posti consigliati anche il Villa Park (Birmingham), stadio che dal 1897 ospita le gare interne dell’Aston Villa. Si tratta di un luogo che un tempo era un parco divertimenti vittoriano sviluppato nell’ex parco di Aston Hall, una grande casa signorile giacobina con giardini risalenti alla metà del XVII secolo.

Tornando a Manchester, impossibile non fare tappa a Old Trafford, uno degli stadi più iconici del mondo, casa del Manchester United dal 1910. All’interno dell’impianto è possibile camminare lungo il tunnel fino al famoso campo e sedersi sulle panchine, mentre all’esterno è possibile scattare una foto con la statua della United Trinity, con le leggende del club Sir Bobby Charlton, George Best e Denis Law.

Per un’esperienza più completa, si può inoltre soggiornare all’Hotel Football Old Trafford, che ha una vista impareggiabile sullo stadio. L’hotel nasce da un’idea di diversi membri della Class of ‘92, un gruppo di fama mondiale di giovani giocatori dello United tra cui Gary Neville, Ryan Giggs, Paul Scholes, Nicky Butt e Philip Neville.

Per poter avere una foto con il trofeo della Premier League è però necessario trasferirsi sull’altra sponda di Manchester, quella del City. Visitando l’Etihad Stadium, si potrà fare un tour completo dello stadio e scoprire come si preparano le stelle del club quali Kevin De Bruyne e Raheem Sterling nei giorni delle partite o partecipare a una conferenza stampa virtuale con Pep Guardiola.

Inghilterra stadi da visitare – I due impianti di Liverpool

Spostandosi a Liverpool, anche qui è possibile programmare una doppia tappa. I fan più appassionati possono fare un tour di Goodison Park (casa dell’Everton fino a che il nuovo stadio non sarà realizzato). Il club offre anche la Legends Experience, la chance di visitare alcune delle sale recentemente rinnovate e la possibilità di scoprire cosa succede dietro le quinte durante una partita.

In città, lo stadio più celebre rimane comunque Anfield, che ospita le partite del Liverpool. Come per gli altri impianti, anche qui si può fare un tour e visitare il museo. Si potrà vedere il campo e la Kop, oltre a camminare sotto l’iconico cartello “This Is Anfield” nel tunnel.

Tornando a Londra – capitale che ospita numerose società calcistiche – l’ente del turismo consiglia una visita anche a Stamford Bridge, la casa del Chelsea Campione d’Europa in carica. C’è però uno stadio che più di tutti rappresenta l’Inghilterra intera: Wembley.

Casa della Nazionale di calcio, l’impianto è stato teatro della finale di EURO 2020 tra Inghilterra e Italia. Costruito sul terreno dell’Old Wembley, questo stadio da 90.000 posti è il più grande del Regno Unito ed è un’icona mondiale nel mondo dello sport e della musica.

Inghilterra stadi da visitare – Emirates e Molineaux

Il tour dei luoghi più iconici si chiude con altri due stadi. Il primo – sempre a Londra – è l’Emirates Stadium. Qui l’Arsenal gioca le sue partite da quando Highbury è stato demolito. E’ possibile visitare gli spogliatoi di casa e degli ospiti prima di attraversare il tunnel dei giocatori fino al campo.

Il secondo impianto, e ultima tappa del tour calcistico inglese, è invece il Molineaux, casa del Wolverhampton dal 1889. Tra le attrazioni, spicca il museo interattivo che accompagna i visitatori in un viaggio attraverso i primi anni del calcio moderno e il continuo successo e la crescita del club nell’era moderna. Inoltre, i tour dello stadio offrono una prospettiva unica sul primo impianto costruito principalmente per una squadra di un campionato di calcio in Inghilterra.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI