(Photo by Getty Images)

777 Partners è pronto a investire. Come riporta la Gazzetta dello Sport, la nuova proprietà americana del Genoa ha incontrato il sindaco genovese Marco Bucci per parlare dei futuri investimenti del fondo. «Abbiamo parlato praticamente quasi solo di investimenti, che ovviamente non vi posso riportare» ha riferito il sindaco al termine dell’incontro.

Tuttavia, è facile intuire come in cima all’agenda di 777 Partners vi sia la questione stadio. Il fondo di Miami ha sin da subito indicato il Luigi Ferraris come un importante potenziale asset degli investimenti futuri nella città. La volontà è quella di proporre un impianto che sia vivibile sette giorni su sette, fruibile al di fuori delle gare di Genoa e Sampdoria, ma la strada non è semplice.

L’impianto è di proprietà della Luigi Ferraris s.p.a., società partecipata pariteticamente dai due club genovesi, che dall’estate 2019 hanno iniziato un corposo piani di lavori, suddivisi in tre lotti, sino al 2022, finalizzati al completo restyling dell’impianto. L’obiettivo è la cessione dell’impianto proprio alle due società, come previsto dalle norme.

La cifra fissata nel 2018 dall’Agenzia delle Entrate per l’impianto era stata considerata eccessiva dai due club, ma le ambizioni dei nuovi proprietari del Genoa potrebbe cambiare le carte in tavola. Non può che esserne soddisfatto il sindaco, da sempre alla ricerca di idee e capitali per aumentare l’appeal e la competitività della città.

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi