UEFA recuperi partite
Il logo della Uefa negli uffici di Nyon (Photo by FABRICE COFFRINI/AFP via Getty Images)

L’Italia punta a ospitare EURO 2028, una volontà nota anche grazie alle parole del presidente della FIGC Gabriele Gravina, che non si è mai tirato indietro in tal senso. Tuttavia, secondo quanto riporta Il Messaggero la UEFA avrebbe in mente un piano definito per le prossime competizioni per Nazionali.

La Federcalcio europea sarebbe pronta a sostenere una candidatura congiunta di Portogallo e Spagna per il Mondiale del 2030, per dirottare EURO 2028 sull’Inghilterra. Siamo ovviamente ancora nel campo delle possibilità, ma lo scenario potrebbe comunque essere questo.

Va comunque detto che all’assegnazione mancano circa due anni – è prevista per il settembre del 2023 – e che la scadenza per la consegna del fascicolo della candidatura è fissata per l’aprile dello stesso anno. Per questo la FIGC immagina di presentare il dossier italiano nella primavera del 2022.

La Federcalcio cerca in ogni caso una sponda da parte del Governo, per quanto riguarda la ristrutturazione degli stadi e la costruzione di nuovi impianti. Del resto, i requisiti per poter ospitare la manifestazione in termini di infrastrutture sono chiari.

Quel che è certo è che l’Italia non sarà sola. La Turchia dovrebbe presentare una candidatura piuttosto solida, mentre il consorzio Grecia-Romania-Bulgaria-Serbia guarderà sia a EURO 2028 che ai Mondiali 2030. A completare l’elenco ci sono infine Russia, Inghilterra e il gruppo Danimarca, Far Oer, Islanda, Finlandia, Svezia e Norvegia.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI