(Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Si avvicina il ballottaggio per l’elezione del nuovo sindaco di Roma. Intervistati da Sky TG24, i due candidati, Enrico Michetti per il centrodestra e Roberto Gualtieri per il centrosinistra, hanno affrontato uno dei temi più sentiti e delicati dell’intera campagna elettorale: il nuovo (o i nuovi) stadi per Roma e Lazio.

Questa la posizione di Michetti: «Quando c’è la possibilità di introitare all’interno del sistema delle infrastrutture risorse dal mondo del privato, queste avranno sempre una corsia preferenziale. Mi accorderò con entrambe le società, sia con la Roma che con la Lazio, affinché abbia luogo una conferenza dei servizi entro 30 giorni».

«Dopodiché, se non ci saranno profili ostativi, entro 100 giorni rilasceremo il pubblico interesse: queste sono opere importanti, che si possono fare in tempi brevi se si conosce la Pubblica Amministrazione» conclude Michetti.

Queste invece le parole di Gualtieri: «Bisogna chiudere questa saga dello stadio, soprattutto della Roma. Bisogna discutere subito con la società, individuare insieme l’area migliore, senza sbagliare perché non ci si può permettere una falsa partenza. Ci sono tutte le condizioni per individuare un’area adeguata, avere uno stadio che sia uno stadio».

Anche il candidato del centrosinistra è ottimista per quanto riguarda le tempistiche: «Sono fiducioso che nell’arco di cinque anni si potrà finalmente dare uno stadio. Questo vale ovviamente anche per la Lazio, con la quale mi siederò immediatamente al tavolo per valutare le loro proposte».

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi