(Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Prosegue il dibattito intorno alla richiesta di aiuti da parte del calcio al Governo, in particolare sul differente approccio avuto da quest’ultimo nei diversi settori. Come riporta la Gazzetta dello Sport, il mondo del cinema ha ricevuto ristori per oltre un miliardo di euro, a fronte dei soli 56 milioni garantiti al calcio, nonostante le perdite derivanti dalla pandemia fossero su livelli paragonabili.

Il cinema, in particolare, ha potuto contare su un pacchetto di sgravi, contributi e incentivi, che passano dai 510 milioni del fondo cinema, incrementati di 240 milioni nel 2021, dai 135 come contributo a fondo perduto per i mancati incassi fino ad arrivare ai 90 milioni per l’esenzione dalla seconda rata Imu per cinema e teatri. Ora giungerà anche la riapertura delle sale dal 75 al 100 per cento, ulteriore supporto a un settore duramente colpito.

Ma del resto, sottolinea Urbano Cairo al Festival dello Sport di Trento, anche il calcio ha sofferto particolarmente. «Il cinema ha avuto aiuti importanti ed è giusto così. Ma come il cinema è stato sostenuto in modo notevolissimo, adesso sia aiutato anche il calcio. Benissimo gli stadi riaperti ma i bilanci sono in gravissima crisi, qualcosa di più va fatto. Anche il cinema paga ai grandi attori somme molto importanti, come il calcio fa con i grandi giocatori che meritano grandi ingaggi» aveva dichiarato il presidente del Torino.

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi