Italia candidatura EURO 2028
(Foto: Vincenzo Lombardo/Getty Images, via Onefootball)

«Candidarci per finali di Champions o Europa League? Stiamo puntando su una candidatura diversa, ci interessa l’Europeo del 2028: da troppo tempo in Italia non si ospita un evento così importante. Voglio chiudere il mio ciclo con questa competizione».

Lo ha dichiarato il presidente della Federcalcio Gabriele Gravina durante l’evento “Euro 2020, i campioni siamo noi” nell’ambito del Festival dello Sport di Trento. «Bisogna capire quanto sia importante investire su asset fondamentali come le infrastrutture. Purtroppo, abbiamo bisogno di un grande evento e mi spiace, perché è una sconfitta dal punto di vista della programmazione, ma se è questo che serve lo farò».

Il presidente federale ha parlato anche di competizioni già decise: «Italia-Argentina si giocherà, è la finalissima tra i campioni d’Europa e del Sudamerica. Sono convinto che si farà e per un fatto romantico mi piacerebbe che si giocasse a Napoli».

Poi, una battuta sul Mondiale ogni due anni: «Il mio è un “no” secco. Mi sembra un atto di isterismo e nel nostro mondo ne abbiamo già diversi, come la Superlega: cerchiamo di mantenere il calcio per come ci è stato tramandato».

«Il Mondiale ogni due anni significherebbe avere una grande competizione ogni dodici mesi, potete capire cosa comporta a livello organizzativo. Dobbiamo stare attenti, riscoprire il valore della dignità umana degli atleti e non dimenticare che il fascino delle competizioni come Europei e Mondiali sta anche nell’attesa. Peraltro, sospendere così spesso l’attività nazionale significherebbe uccidere delle realtà. E infine qualcuno mi dovrebbe spiegare quando si disputerebbero i tornei nazionali femminili, visto che vogliamo valorizzare il calcio delle donne», ha concluso.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI

1 COMMENTO