Stipendio Lotito Lazio
Il presidente della Lazio Claudio Lotito (Photo by Marco Rosi/Getty Images)

Claudio Lotito si conferma lo stipendio come presidente della Lazio: secondo quanto emerge dalla relazione sulla remunerazione della società biancoceleste, il patron ha ricevuto il compenso derivante dal ruolo per il secondo anno consecutivo. La stagione 2019-20 fu infatti la prima in 15 anni in cui Lotito aveva guadagnato per la sua posizione societaria nella Lazio.

Stipendio Lotito Lazio –  La nota

“Il Consiglio ricorda che la società ha deliberato di attribuire, agli organi di amministrazione e controllo, a partire dall’esercizio 2019-20, compensi il cui importo su base annua è stato stabilito per il triennio di mandato esclusivamente in forma fissa, pari a complessivi Euro 612.000 lordi annui per il Consiglio di Gestione e pari a complessivi Euro 75.000 lordi annui per il Consiglio di Sorveglianza. Non è stata deliberata alcuna componente variabile di remunerazione” riporta la relazione del club.

Stipendio Lotito Lazio – Le cifre

Sempre dalla relazione si evince che “la remunerazione totale di ciascuno dei soggetti è stata pari a zero per gli esercizi 2016-17, 2017-18, 2018-19”, mentre “per gli esercizi 2019-20 e 2020-21, il compenso annuale lordo omnicomprensivo è fisso è stato pari a euro 600.000 per il Presidente del Consiglio di Gestione, euro 12.000 per il Consigliere di Gestione, euro 15.000 per il presidente del Consiglio di Sorveglianza ed euro 12.000 per ciascuno dei cinque componenti del Consiglio di Sorveglianza”.

Il Consiglio di Gestione della Lazio è formato da Claudio Lotito e Marco Moschini, dirigente biancoceleste: il patron nel 2020-21 ha quindi ricevuto un compenso pari a 600mila euro lordi, mentre per il suo ruolo nel Consiglio Moschini ha avuto compensi per 12mila euro lordi.

Per il Consiglio di Sorveglianza, il nuovo presidente Alberto Incollingo (vicepresidente lo scorso anno) ha ricevuto 15mila euro lordi, mentre il nuovo vicepresidente Mario Cicala ne ricevuti 12mila, al pari degli altri quattro consiglieri.

“Nell’organico societario non sussistono le figure del direttore generale o di dirigenti con responsabilità strategiche. Si precisa che non esistono accordi tra la società e i componenti del Consiglio di Gestione e del Consiglio di Sorveglianza che prevedono indennità in caso di dimissioni o licenziamento senza giusta causa, o se il loro lavoro cessa a seguito di un’offerta di acquisto” conclude la relazione.

Segui tutte le partite di Serie A TIM della Lazio su DAZN. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi