milan cinesi san siro
Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala (Insidefoto.com)

“Su San Siro non ho fermato i motori per le elezioni, ma perché bisogna passare dal Consiglio. Un sindaco uscente non avrebbe potuto affrontare un tema così delicato nella maniera giusta. Posso dire che i rappresentanti di Milan e Inter mi hanno già whastappato chiedendomi un incontro, sarò lieto di incontrarli”. Lo ha detto il sindaco di Milano Giuseppe Sala, rieletto nella giornata di ieri dopo il successo alle elezioni.

Sala è stato il sindaco eletto con il più alto gradimento a Milano: ha infatti ottenuto al primo turno il 57,73% dei voti. Non era mai successo. Gabriele Albertini, altro sindaco che al secondo mandato è stato eletto senza bisogno di ballottaggio, nel 2001 si era fermato al 57,54%. C’è però da dire che la situazione si ribalta se si guarda il numero di voti perché nel 2001 votò l’82,29% dei milanesi mentre quest’anno il 54,65%. Albertini allora ottenne 499.020 voti, a Sala ne sono arrivati 277.478.

“Rispetto al primo turno del 2016 ho preso un quarto dei voti in più, lo dico anche con orgoglio di avere convinto con la mia proposta un quarto degli elettori in più – ha spiegato Sala. È un dato che quello dell’astensionismo è un tema non sta a casa mia. L’astensionismo è un tema, perché è chiaro che chi fa politica deve contare sul fatto che i cittadini sentano il diritto e il dovere di andare a votare”.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI