(copyright: Nicolò Campo/via Onefootball)

Dopo le polemiche sui prezzi dei biglietti in casa Milan (con i prezzi rivisti al ribasso dalla società rossonera dopo le proteste dei tifosi), San Siro è tornato a riempirsi per la Champions League. Sono stati infatti poco oltre 35mila gli spettatori presenti ieri al Meazza per la sfida contro l’Atletico Madrid, che si è conclusa con il successo dei colchoneros tra le proteste per il rigore decisivo concesso agli uomini di Simeone e poi trasformato da Suarez.

Le prime due sfide delle milanesi a San Siro in Champions League è anche l’occasione per sottolineare il peso del Meazza a livello economico per i big match, seppur ancora con solo il 50% della capienza.

Secondo i dati comunicati dal Milan, sono stati 35.374 gli spettatori presenti alla sfida contro l’Atletico Madrid, per un totale di 2.703.300,80 euro di incasso.

Numeri superiori invece per l’Inter nella gara contro il Real Madrid, vinta dai blancos di Ancelotti per 1-0: per l’esordio stagionale dei nerazzurri in Champions erano presenti a San Siro 37.082 spettatori, con un incasso pari a 3.208.941 euro (che salgono a circa 3,5 milioni di euro considerando anche i servizi hospitality).

Incassi che dal punto di vista economico premiano così l’Inter nel confronto diretto, con la società nerazzurra che ha utilizzato tre diverse fasce di prezzo nel corso della vendita dei tagliandi, con un listino prezzi più leggero nella fase dedicata agli abbonati e più alto invece per la vendita libera, in particolare per il terzo anello.

Per i nerazzurri il prossimo appuntamento a San Siro in Champions League sarà contro lo Sheriff il 19 ottobre, mentre il Milan ospiterà il Porto il prossimo 3 novembre al Meazza.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI