Juventus esclusione competizioni UEFA
(Foto: Andrea Staccioli, via Onefootball)

Tra le pieghe della relazione finanziaria annuale al 30 giugno 2021 della Juventus, si trovano alcune considerazioni interessanti da parte del club bianconero in merito al progetto della Superlega europea, lanciato nel mese di aprile e accantonato – almeno per ora – dopo sole 48 ore.

Un tema che ha lasciato strascichi e del quale si dibatte ancora oggi, tanto che la UEFA ha dichiarato nullo il procedimento nei confronti dei tre club che non avevano abbandonato il progetto (Real Madrid, Barcellona e Juventus) e ha annullato gli accordi siglati con gli altri nove club, tra i quali Inter e Milan.

Come detto, di Superlega si parla anche nel fascicolo di bilancio della Juventus, nella sezione «Rischi di compliance». In particolare, al paragrafo «Rischi connessi alle controversie in corso», il club spiega di gestire e monitorare «costantemente tutte le controversie in corso e, sulla base del prevedibile esito delle stesse, procede, qualora necessario, allo stanziamento di appositi fondi a copertura del rischio».

«Qualora l’esito dei procedimenti in corso (o di eventuali ulteriori che si dovessero instaurare) fosse sfavorevole per Juventus, si determinerebbero impatti negativi, anche significativi, sull’attività, le prospettive e la situazione economica, patrimoniale e finanziaria del Gruppo», si legge ancora.

«Il Gruppo – conclude la Juve – è inoltre esposto al rischio di esclusione dalle competizioni sportive organizzate da UEFA e ad altre conseguenze negative in ragione del proprio coinvolgimento nel c.d. progetto Super League; al riguardo si segnala che per la stagione 2021/2022 la Società ha ottenuto la Licenza UEFA».

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi