(copyright: Action Foto Sport/via Onefootball)

Nuova mossa in arrivo nella battaglia alla ludopatia nel Regno Unito. Come riporta il Daily Mail, a partire dall’inizio del 2022 il Governo di Londra vieterà alle squadra di presentare uno sponsor di maglia derivante dal settore delle scommesse. Sarà inoltre preso in considerazione un divieto più ampio, che riguarderà le pubblicità, compresi i cartelloni a bordo campo e gli spot televisivi.

Nella stagione 2021-22, ben quindici squadre su quaranta tra Premier League e Champions sono sponsorizzate da società di scommesse sportive, di cui nove nel solo massimo campionato. Inoltre, delle venti squadre della Premier, soltanto una è priva di accordi commerciali con un’impresa del settore.

Tutti questi accordi sono stimati in oltre 100 milioni di sterline ogni anno, denaro fondamentale in una situazione di crisi come quella attuale. La prospettiva era già stata considerata una “potenziale catastrofe” da Rick Parry, presidente della English Football League.

Come per il Decreto Dignità adottato in Italia, anche il provvedimento del Governo inglese punta a contrastare la dilagante piaga del gioco d’azzardo: “Siamo determinati ad affrontare il problema del gioco d’azzardo in tutte le sue forme e il lavoro si baserà sulla nostra forte esperienza nell’introduzione di misure per proteggere coloro che sono a rischio” ha dichiarato un portavoce del dipartimento incaricato a stendere il disegno di legge.

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi