Lotito consiglio federale
Claudio Lotito (copyright: Andrea Falcone/via Onefootball)

Ultimo round per quanto riguarda la giustizia sportiva sul caso Lazio-Lotito-tamponi. Domani – scrive La Gazzetta dello Sport – nel salone d’onore del Coni si riunirà il Collegio di garanzia a Sezioni Riunite.

Si discuteranno i ricorsi di Claudio Lotito (contro l’inibizione di 12 mesi), della Lazio (per la multa di 200mila euro) e dei due medici biancocelesti Fabio Rodia e Ivo Pulcini (inibiti per un anno). Tutte decisioni firmate dalla Corte d’Appello della FIGC a fine aprile sulla nota vicenda della mancata segnalazione dei casi Covid alle autorità sanitarie locali e il mancato isolamento dei soggetti.

In ballo c’è soprattutto la posizione del presidente della Lazio. La squalifica di primo grado, i sette mesi di inibizione decisi dal Tribunale federale, non avrebbe fatto scattare l’automatica decadenza dal consiglio federale in cui è stato eletto in quota Lega Serie A.

La situazione è cambiata in secondo grado perché con i 12 mesi (molto vicini alla richiesta iniziale della procura federale di 13 mesi e 10 giorni) decisi dalla Corte d’Appello Federale, Lotito scavalca il tetto massimo nell’arco temporale di 10 anni (proprio 12 mesi), oltre il quale è prevista la decadenza.

I giudici del primo grado avevano sostanzialmente scaricato gran parte della responsabilità sui medici, quelli di secondo hanno rilevato l’«inescusabile responsabilità» del numero uno biancoceleste, scrivendo che «se il presidente si fosse tempestivamente attivato gli illeciti non si sarebbero verificati».

Lotito cercherà di dimostrare la limitatezza dei poteri del presidente nel contesto sanitario. Il collegio sarà presieduto dal presidente Franco Frattini, la relazione sulla posizione di Lotito sarà affidata al professor Attilio Zimatore, mentre quella sui medici alla professoressa Laura Santoro.

Il collegio di garanzia dello sport non interverrà comunque sul merito ma su “errate applicazioni normative” o “vizi procedurali”. Potrebbe dunque respingere i ricorsi, chiedere di riformulare le sanzioni alla Corte d’Appello federale o addirittura annullare la sentenza.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI