Scontro Ceferin Infantino
Aleksandr Ceferin e Gianni Infantino (copyright: Mike Egerton/via Onefootball)

Le proposte della FIFA sono destinate, come prevedibile, a scatenare un braccio di ferro e aprire un clima di tensione con la UEFA. La federazione internazionale vuole disputare i Mondiali, sua principale fonte di entrate, ogni due anni, e allo stesso tempo ridurre il gap anche tra un edizione di Europei, Coppa d’Africa e Copa America e l’altra.

Il piano FIFA prevede quindi un grandissimo torneo internazionale ogni singola estate: questo comporterebbe più tifosi, più sponsor e maggiori entrate per le federazioni internazionali. Come riporta Repubblica, la questione è tutt’altro che teorica. Lo studio è stato commissionato a maggio, a ottobre saranno formate le commissioni di valutazione e l’obiettivo è portare il tema in discussione (e forse approvazione) al prossimo congresso FIFA tra meno di otto mesi.

Tutto questo, ovviamente, toglierebbe spazio a campionati nazionali e continentali, gravando per esempio sugli introiti UEFA, che dipendono molto di più dalla Champions League rispetto che alla competizione continentale. Non è quindi un caso che Aleksandr Ceferin, presidente della federazione europea, sia già emerso tra i principali antagonisti del progetto, anche perché sarebbe incompatibile con il calendario della nuova Champions League, che partirà dal 2024.

Una situazione di tensione latente che rischia di evolversi e di scoppiare tra meno di un anno, in un 2021/22 che si prospetta alquanto turbolento per il calcio internazionale.

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi