UEFA indagine Inghilterra
(Foto: Andrea Staccioli / Insidefoto, via Onefootball)

Attraverso un comunicato pubblicato questo pomeriggio, la UEFA ha comunicato l’apertura di un’indagine sui fatti accaduti all’interno e all’esterno dello stadio di Wembley, a Londra, in occasione della finale di EURO 2020 tra Inghilterra e Italia.

«A seguito di un’indagine condotta da un Ispettore di Etica e Disciplina UEFA sugli eventi che hanno coinvolto i tifosi avvenuti all’interno e intorno allo stadio durante la finale di UEFA EURO 2020 tra le Nazionali di Italia e Inghilterra, giocata l’11 luglio allo stadio di Wembley, Londra, è stato aperto un procedimento disciplinare contro la Federcalcio inglese per una potenziale violazione dell’Articolo 16(2)(h) del Regolamento Disciplinare UEFA per mancanza di ordine o disciplina da parte dei suoi tifosi».

«Ulteriori informazioni in merito – conclude la nota pubblicata dalla Federcalcio europea – saranno rese disponibili a tempo debito».

Già un paio di giorni dopo la finale, la UEFA aveva aperto un’indagine sempre nei confronti dell’Inghilterra per il comportamento dei propri tifosi, con riferimento a un’invasione di campo, al lancio di oggetti, fischi all’inno italiano e accensione di fumogeni.

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi