Elseid Hysaj (copyright: Jonathan Moscrop Sportimage/via Onefootball)

Nuovi sviluppi nella vicenda Hysaj. Il giocatore albanese è stato vittima di un vergognoso striscione, firmato Ultras Lazio, che recita: “Hysaj verme, la Lazio è fascista”. Secondo gli autori del gesto, la colpa l’ex Empoli e Napoli sarebbe quella di aver cantato “Bella ciao” durante i consueti riti di iniziazione delle squadre durante i ritiri.

Il video di Hysaj è circolato per la rete, scatenando la reazione della frangia più estremista e politicizzata del tifo biancoceleste. La Lazio è quindi corsa in difesa del suo nuovo atleta, tramite un comunicato di ferma condanna al gesto degli ultras e al suo significato:

“La Società Sportiva Lazio condanna fermamente il vergognoso striscione contro il calciatore Elseid Hysaj. Non è il primo episodio di questo tipo. Noi non saremo mai dalla parte di chi nega i valori dello sport. Siamo senza indugio invece dalla parte del nostro atleta e di tutti gli altri calciatori impegnati in queste settimane nel ritiro precampionato. Prendiamo nettamente le distanze da chi vuole strumentalizzare per fini politici questa vicenda che danneggia la squadra, tutti i tifosi laziali e la Società.

Non ci faremo intimidire da chi usa toni violenti ed aggressivi: per loro non c’è alcuno spazio nel nostro mondo che invece è ispirato ai sani valori sportivi della lealtà e della competizione, del rispetto reciproco e della convivenza civile ed indirizzato al superamento di tutti gli steccati di carattere sociale, culturale, economico e razziale”.

Attiva ora DAZN in offerta speciale fino al 28 luglio per 14 mesi a a 19,99€ al mese, invece di 29,99€ al mese