Messi e Neymar con le rispettive Nazionali (copyright: via Onefootball)

Dopo 120 minuti di sofferenza, l’Argentina supera ai rigori la Colombia, guadagnandosi l’accesso alla finale di Copa America 2021. Protagonista assoluto Damian Martinez, portiere dell’Albiceleste in forza all’Aston Villa, eroe nazionale per una sera: è lui a trascinare i suoi, con tre rigori parati sui cinque tirati dalla Colombia, tra cui quello decisivo di Cardona.

In finale, l’Argentina incontrerà il Brasile, che aveva sconfitto 1-0 il Perù di Lapadula nella notte italiana dell’altro ieri. In quella tra l’11 e il 12 andrà quindi in scena uno dei più grandi classici del calcio mondiale, un nuovo capitolo della storica rivalità sportiva tra le due Nazionali sudamericane

La partita avrà un sapore speciale: si tratterà dell’11esima finale di Copa America tra l’Albiceleste e la Seleçao, ma sarà soltanto la prima tra Neymar e Messi, i due giocatori più iconici delle rispettive selezioni. Ma c’è un dettaglio che rende ancora più emozionante il faccia a faccia tra i due ex-compagni al Barcellona: per il vincitore si tratterà del primo trionfo in Copa America della propria carriera, oltre che il primo trofeo importante al di fuori dei propri club.

Nonostante siano due tra i giocatori più forti del nostro tempo, né Neymar né tantomeno Messi hanno mai vinto un trofeo di rilievo con la propria Nazionale. L’argentino vinse il Mondiale U20 nel 2005 e l’oro olimpico a a Pechino 2008, mentre il brasiliano raggiunse gli stessi risultati rispettivamente nel 2011 e a Rio 2016, quando per una notte i verdeoro riuscirono a dimenticare la catastrofe al Mondiale casalingo di due anni prima.

Tuttavia, mentre Neymar può comunque vantare la Confederations Cup del 2013, per Messi la carriera con la Nazionale è segnata da costanti delusioni e traguardi mancati. Tanti i secondi posti che ha dovuto accettare: il primo proprio nella Copa America 2007 contro il Brasile, poi il terribile triennio 2014-2016, dove l’Argentina ottenne tre secondi posti consecutivi, il primo ai Mondiali e gli altri due nelle Copa America consecutive. Dal canto suo, Neymar non era presente nel 2019, quando la Seleçao tornò sul tetto del continente dopo 12 anni, ed era troppo giovane per partecipare ai successi di inizio 2000.

Comunque vada a finire, si tratterà dunque di una prima volta. Per Messi è probabilmente l’ultima spiaggia per vincere qualcosa di importante con l’Albiceleste, mentre Neymar avrà qualche anno di carriera in più da sfruttare. Appuntamento domenica, ore 02:00 in Italia (21:00 locali), stadio Maracanà di Brasilia: chi, tra Messi e Neymar, scriverà una pagina indelebile della propria carriera sportiva?

Attiva ora DAZN in offerta speciale fino al 28 luglio per 14 mesi a a 19,99€ al mese, invece di 29,99€ al mese