Lazio stadio Flaminio
Lo stadio Flaminio (foto Imago Images/Imagebroker via Onefootball)

Ormai è chiaro: Claudio Lotito vuole il nuovo stadio per la Lazio, e il Flaminio è la terra promessa. Come riporta Il Corriere della Sera, il presidente biancoceleste ha intenzione di accelerare ulteriormente nel suo progetto, ponendo quattro condizioni a riguardo.

Anzitutto, la capienza: il Flaminio della Lazio dovrà avere almeno 40.000 posti a sedere, in modo da non creare alcun problema con la UEFA. Al momento, l’impianto da gioco potrebbe ospitare un massimo di 30.000 spettatori.

Seconda condizione, la copertura: uno stadio senza tetto è ormai anacronistico. Si tratta quindi di ampliare lo stadio e coprirlo, due dei principali ostacoli per il progetto di Lotito, dal momento che l’impianto è sotto la tutela della soprintendenza delle Belle Arti.

Le altre condizioni, parcheggi e viabilità, sembrano invece più raggiungibili. Il presidente ne ha già parlato con la sindaca Raggi, che ha mostrato un’apertura a riguardo, ma la questione potrà entrare nel vivo soltanto dopo le elezioni amministrative di questo autunno.

Elezioni in cui diversi candidati hanno inserito il Flaminio nei loro discorsi, alla luce delle condizioni in cui versa l’impianto e all’importanza che avrebbe la sua riqualifica. Tutto, in ogni caso, dipenderà dall’esito delle tornate elettorali. Se il nuovo sindaco accettasse le quattro condizioni poste da Lotito, si potrà fare, e la Lazo avrà il suo nuovo stadio. Altrimenti, si rischia uno stallo che non porterà a nulla.

GUARDA EURO 2020 IN STREAMING SU NOW. CLICCA QUI E SCOPRI L’OFFERTA GIUSTA PER TE