Ucraina maglia Crimea
(Foto: Vitalii Kliuiev, via Onefootball)

La UEFA ha imposto all’Ucraina una modifica della maglia da gioco che sarà utilizzata dalla Nazionale guidata da Shevchenko durante EURO 2020, alla vigilia dell’inizio della rassegna continentale (gara d’esordio Turchia Italia, domani, 11 giugno).

La richiesta si basa sul fatto che la Federcalcio europea ritenga “politico” il riferimento alla Crimea sulla divisa da gioco. Uno slogan – “Gloria ai nostri eroi” – contestato anche dalla Federazione russa, che nei giorni scorsi ha inviato lettera alla UEFA chiedendo che fossero presi provvedimenti.

«Dopo un’analisi più approfondita», la UEFA ha constatato che questo slogan scandito durante la rivolta popolare anti-russa a Maidan nel 2014 è «chiaramente di natura politica» e «deve quindi essere ritirato (…) in vista delle partite ufficiali della UEFA», il commento delle autorità all’Afp.

La Russia ha annesso la penisola della Crimea dall’Ucraina nel 2014, e la considera una parte integrante del proprio Stato, una decisione non riconosciuta dalla maggior parte della comunità internazionale.

Alla richiesta di provvedimenti da parte di Mosca, la UEFA aveva inizialmente risposto che «la maglia ucraina (e quella di tutte le altre squadre) per EURO 2020 è stata approvata dalla UEFA, in accordo con i regolamenti vigenti sugli equipaggiamenti» dei giocatori.

SCOPRI LE NUOVE OFFERTE DI SKY PER LA STAGIONE 2021/2022. CLICCA QUI E COMPILA IL FORM SUL SITO DI SKY PER AVERE TUTTE LE INFO SU CALCIO, SPORT E INTRATTENIMENTO