Cristiano Ronaldo antiriciclaggio
Cristiano Ronaldo (Foto: Jonathan Moscrop / Sportimage, via Onefootball)

Non ci sarebbe solo Massimiliano Allegri tra i big della Juventus segnalati all’Unità di informazione finanziaria (l’ufficio antiriciclaggio) della Banca d’Italia. Il 12 marzo 2021 è stato oggetto di un alert anche il calciatore portoghese Cristiano Ronaldo per «prelevamento con moduli di sportello».

Come riporta La Verità, i risk manager di Intesa San Paolo hanno informato l’Uif che dal conto del fuoriclasse bianconero erano stati eseguiti «tre prelievi di contante tra l’11 dicembre 2020 e il 26 febbraio 2021 per complessivi 220.000 euro». Quindi hanno specificato che «nel corso dell’ultimo prelevamento, in sede di adeguata verifica, il cliente ha dichiarato trattarsi di provvista necessaria al pagamento di spese correnti quotidiane».

La nota aggiunge poi: «Pur considerando l’origine certa della provvista e l’elevato profilo economico del cliente, non potendo avere contezza della reale destinazione dei fondi prelevati per contante, si procede con l’inoltro della presente segnalazione di operazione sospetta».

Nell’alert è annotata anche la movimentazione del conto di Ronaldo tra l’1 gennaio 2020 e il 10 marzo 2021, che presenta questi «volumi complessivi»: 33.987.496,84 euro nella colonna avere («Entrate rappresentate per la quasi totalità dagli emolumenti percepiti dalla Juventus») e 31.490.430,56 nella colonna dare.

Va rilevato – spiega il quotidiano – che 220.000 euro rappresentano al massimo il 5% di quanto incassato in due mesi da Ronaldo in Italia e lo 0,7% delle uscite complessive dal suo conto corrente torinese nel periodo sotto esame. Ciò non toglie che si tratti di un’ingente somma difficile da tracciare.

SCOPRI LE NUOVE OFFERTE DI SKY PER LA STAGIONE 2021/2022. CLICCA QUI E COMPILA IL FORM SUL SITO DI SKY PER AVERE TUTTE LE INFO SU CALCIO, SPORT E INTRATTENIMENTO