Il logo di Suning a bordocampo (Photo Andrea Staccioli / Insidefoto)

Boccata d’ossigeno per Suning: come riportato da Caixin, infatti, il gruppo cinese di Zhang Jindong riceverà infatti 3,2 miliardi di yuan (poco più di 400 milioni di euro) da un fondo controllato dallo Stato.

Suning.com ha infatti dichiarato che il 5,59% delle sue azioni sarà trasferito a un fondo formato da quattro imprese statali che, in ultima analisi, sono controllate dal governo provinciale del Jiangsu.

Le azioni sono controllate da un’affiliata di Zhang Jindong, presidente di Suning.com, che attualmente detiene il 19,7% delle azioni totali. Il prezzo di trasferimento sarà di 6,12 yuan per azione, il 90% del prezzo di chiusura di martedì.

Stando all’accordo, Zhang avrà l’obbligo di riacquistare entro il 1° aprile 2022 le azioni oggetto di trasferimento versando un corrispettivo di 3,182 miliardi di yuan, più gli interessi (pari a circa il 3,85% su base annua).

Come riportato dal sito cinese, l’operazione (i cui fondi saranno utilizzati per la società in Cina) si aggiunge alle diverse già messo in atto da Suning per garantirsi liquidità dopo le difficoltà degli ultimi mesi. A febbraio, Suning.com ha annunciato una vendita di azioni per 2,3 miliardi di dollari per il 25% circa della società a entità controllate dallo stato nel centro economico meridionale di Shenzhen.

Il mese scorso, due rami dell’ente governativo con sede nella provincia di Jiangsu che sovrintende alle principali attività di proprietà statale hanno concordato di istituire un fondo di 20 miliardi di yuan con la società madre di Suning.com. Il fondo verrebbe utilizzato per investire nelle sue attività e attività più performanti, una mossa che dovrebbe dare alla società più respiro per affrontare il suo pesante carico di debito.

Come sta Suning? I numeri di un colosso in difficoltà

SCOPRI LE NUOVE OFFERTE DI SKY PER LA STAGIONE 2021/2022. CLICCA QUI E COMPILA IL FORM SUL SITO DI SKY PER AVERE TUTTE LE INFO SU CALCIO, SPORT E INTRATTENIMENTO