NOW nuovi prezzi
(Photo Andrea Staccioli / Insidefoto)

Gli operatori Tlc lanciano l’allarme in vista dell’avvicinarsi della nuova Serie A targata Dazn Tim. I timori – scrive il Sole 24 Ore – riguardano la tenuta delle reti, ma anche rischi competitivi e il pericolo di dover affrontare un’ondata di reclami. 

L’apprensione circola fra gli operatori e c’è chi si è mosso anche sul piano formale. A quanto risulta al quotidiano lo ha fatto per esempio Wind Tre con una segnalazione inviata all’Autorità garante per la concorrenza e il mercato (Agcm). Quella di Wind Tre sarebbe però la prima di una serie di segnalazioni che altri operatori avrebbero in programma. 

Come noto, Dazn si è aggiudicata tutte le sfide della Serie A dal 2021 al 2024, e di queste ne trasmetterà sette in esclusiva e tre in co-esclusiva con Dazn. E proprio l’idea della nuova stagione in cui a farla da padrone sarà il calcio in streaming ha fatto drizzare le antenne agli operatori.  

Oltre a una questione di “esclusiva”, nelle motivazioni che mettono sul chi va là gli operatori c’è anche la preoccupazione per l’aumento dei picchi di traffico con la congestione dei punti di snodo che potrebbe creare problemi al servizio Internet nazionale.  

Da qui il timore che il tempo di cinque mesi fra l’assegnazione dei diritti a Dazn e la prima giornata di campionato non sia sufficiente per adeguare le infrastrutture. In questo quadro l’invito all’Antitrust da parte di Wind Tre che si è già mossa formalmente è innanzitutto di vigilare che non ci siano particolari accordi tecnici o di call center fra Dazn e Tim che andrebbero a penalizzare altri operatori. 

Altra questione: il potenziamento delle reti è inevitabile. E la richiesta è che Dazn concordi tempistiche e modalità. C’è da pianificare interventi di rete, ma anche un piano di backup valido fino al completamento dell’upgrade delle reti (con la proposta di apertura sul digitale terrestre gratuito ai clienti di Dazn in caso di problemi). 

Infine, sul lato competitivo, c’è il tema dell’app Timvision sulle smart Tv. Il rischio è che possa essere un cavallo di Troia per far strappare clienti alla concorrenza. Tutti temi che ora si trovanooo sul tavolo dell’Antitrust. 

GUARDA IL GRANDE SPORT DI SKY IN STREAMING SU NOW. CLICCA QUI E SCOPRI L’OFFERTA GIUSTA PER TE