Ceferin richieste tifosi
(Foto Imago, via Onefootball)

Nella giornata di ieri, una delegazione di rappresentanti dei tifosi guidata da Football Supporters Europe ha incontrato la UEFA e il suo presidente Aleksander Ceferin per discutere le conseguenze del caso Superlega e il ruolo che i tifosi hanno avuto nel bloccare il progetto.

Come si legge in una nota, «i fan durante la riunione hanno detto chiaramente che gli eventi delle ultime settimane non devono più ripetersi: il futuro del gioco non può essere controllato da una manciata di proprietari di club miliardari».

Questi gli argomenti chiave portati dalla delegazione di sostenitori:

  • La UEFA ha difeso la qualificazione alle competizioni in base al merito sportivo nelle ultime settimane. Non può ribaltare la posizione e cercare di creare una nuova struttura della Champions League che premi la storia e il patrimonio rispetto ai risultati della stagione precedente;
  • I tifosi si oppongono a qualsiasi ulteriore espansione del calendario europeo che divora i campionati nazionali mettendo in pericolo le partite nel weekend e le coppe nazionali. Quando si tratta di calcio europeo, i tifosi vogliono la qualità piuttosto che la quantità, e certamente non i 10 match della prima fase come proposti in precedenza.
  • Una distribuzione più equa dei ricavi UEFA e un aumento dei pagamenti di solidarietà in tutto il continente devono essere promulgati per garantire che l’intera piramide calcistica tragga vantaggio dalla ricchezza del gioco del calcio.

Kevin Miles, amministratore delegato della FSA, ha dichiarato: «Abbiamo reso assolutamente chiaro alla UEFA e ad Aleksander Ceferin che permettere ai club di qualificarsi sulla base di qualcosa di diverso dal merito sportivo è del tutto inaccettabile e i tifosi si oppongono a qualsiasi espansione della Champions League».

«Qualsiasi formato che consenta ai club di competere in base al prestigio o alle prestazioni storiche è una capitolazione agli stessi avidi proprietari che hanno cercato di formare la loro Superlega separatista. Non accetteremo una cattiva opzione solo perché ce n’era una peggiore», ha aggiunto.

«I tifosi di tutto il continente vogliono vedere la UEFA premiare il merito sportivo, rispettare le competizioni nazionali e condividere la ricchezza del calcio, piuttosto che permettere ai proprietari più avidi di accumularla», le parole di Miles.

«Come sostenitori non pretendiamo di avere tutte le risposte, ma siamo stati incoraggiati dall’impegno del presidente Ceferin per un maggiore coinvolgimento e consultazione da parte della UEFA prima che venga presa una decisione finale. I fan devono dire la loro su come viene gestito il calcio», ha concluso.

SEGUI LA CORSA CHAMPIONS DI SKY IN STREAMING SU NOW. CLICCA QUI E SCOPRI L’OFFERTA GIUSTA PER TE