Nardella Franchi recovery
(Foto: Jonathan Moscrop/Sportimage, via Onefootball)

L’inserimento dello stadio Artemio Franchi nei fondi del Recovery Fund «è una vittoria di Firenze. Lo Stato ha messo la faccia su un progetto che è di grande livello culturale». Così il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha parlato dell’impianto che riceverà un finanziamento da 95 milioni di euro.

«Vorrei rispondere ad alcune critiche sul fatto che si usino questi soldi per uno stadio ricordando che tali risorse fanno parte di un fondo dedicato proprio al patrimonio culturale. Il nuovo stadio sarà dieci volte più funzionale e interessante dal punto di vista dei servizi e delle attività commerciale rispetto a quello di ora», ha aggiunto a Rtv38.

«In secondo luogo, rispondo a chi dice che bisogna far investire i privati: io non sono affatto contrario all’investimento dei privati. In questo caso però siamo di fronte ad un bene pubblico. E’ un bene di proprietà della città ed è giusto che la città se ne faccia carico: sono fiducioso del fatto che il concorso internazionale di idee andrà molto bene e che arriveranno tante proposte per un progetto che non riguarda solo lo stadio Franchi ma riguarda in realtà riguarda la riqualificazione di tutta l’area di Campo di Marte», ha proseguito il sindaco.

Con la Fiorentina, ha aggiunto ancora Nardella, «ho sempre mantenuto un ottimo rapporto e con Commisso in particolare: ci siamo visti anche qualche giorno fa, ci rivedremo a breve. Quello che io faccio, lo faccio per la città e lo faccio anche per la Fiorentina».

Sulla formula finanziaria e gestionale per dare lo stadio alla Fiorentina «sono a lavoro i tecnici. Ora ci concentriamo sulla progettazione, e posso anche annunciare che stiamo attivando una collaborazione con l’Istituto per il Credito sportivo».

GUARDA IL GRANDE SPORT DI SKY IN STREAMING SU NOW. CLICCA QUI E SCOPRI L’OFFERTA GIUSTA PER TE