Negozi aperti in zona rossa
Palazzo Chigi (Foto Serena Cremaschi Insidefoto)

Nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilianeza (Pnnr), ha spiegato il ministro dell’Innovazione e la transizione digitale, Vittorio Colao, durante un’audizione in commissione Trasporti alla Camera “miriamo alla copertura dell’intero territorio con connessioni ad altissima velocita’, senza lasciare indietro nessuno, con un approccio agnostico teso a dare accesso a tutti con tutte le tecnologie utili per poterlo fare: fibra a casa, fixed wireless, 5G. Per raggiungere tutti incluse le scuole, gli ospedali, gli uffici pubblici e tutte le 18 isole minori entro il 2026”.

Il ministro ha poi proseguito: “Vogliamo assicurarci che le amministrazioni vengano aiutate a migrare in cloud diversi a seconda del livello, diverso, di sensibilita’ dei dati dei quali dispongono. Questo implichera’ innanzitutto classificare tipologie dei dati in ultrasensibili, sensibili e ordinari, per garantire scelte che tutelino in maniera appropriata sia i cittadini sia le amministrazioni”.

“Per i dati piu’ sensibili – ha aggiunto – intendiamo creare un polo strategico nazionale, a controllo pubblico, localizzato su suolo italiano e con garanzie anche giurisdizionali elevate”, che permettera’ di “razionalizzare e consolidare molti di quei centri che oggi non riescono a garantire gli standard di sicurezza adeguati”.

GUARDA IL GRANDE SPORT DI SKY IN STREAMING SU NOW. CLICCA QUI E SCOPRI L’OFFERTA GIUSTA PER TE