Pirlo Juventus
Andrea Pirlo (Foto Federico Tardito / Insidefoto)

«Noi rispettiamo il protocollo, siamo in sintonia con ciò che dice l’Asl: faremo quello che abbiamo sempre fatto, ci presenteremo e giocheremo». Così il tecnico della Juventus, Andrea Pirlo, dopo i tre casi di positività al Covid riscontrati tra i bianconeri: Bernardeschi, Bonucci e Demiral.

Domani all’Allianz Stadium è in programma Juventus-Napoli, recupero della partita saltata il 4 ottobre, ma tra i temi affrontati da Pirlo in conferenza c’è anche quello dell’incontro tra Agnelli e Allegri. «Sono stato avvertito dal Presidente stesso che avrebbe visto Allegri: l’amicizia resta ed è una cosa normale, è come se io incontrassi Maldini e si scrivesse che vado al Milan».

«C’è questo rapporto tra me e il presidente, ci diciamo sempre tutto e percepisco la sua fiducia, questo mi dà serenità. Ovviamente i risultati determinano il futuro, starà a me che io sia l’allenatore della Juve anche l’anno prossimo. Io lavoro per fare bene e per cercare di vincere», ha aggiunto l’allenatore.

«E’ una gara importante per la classifica: loro sono in un ottimo momento con risultati positivi, avranno voglia di fare risultato allo Stadium», ha sottolineato presentando la sfida di domani, che andrà in scena all’Allianz Stadium.

«Ci aspettiamo partita aperta, entrambe vorranno imporre il proprio gioco, ma non è un’ultima spiaggia: ci saranno ancora tante partite, avvertiamo la pressione come è normale che sia. Non siamo abituati, ma dobbiamo guardare sia chi ci sta davanti sia chi ci sta dietro», ha concluso Pirlo.

GUARDA JUVENTUS-NAPOLI IN STREAMING SU NOW. CLICCA QUI E SCOPRI L’OFFERTA GIUSTA PER TE