Juventus seconda maglia 2021 2022
(Foto Andrea Staccioli / Insidefoto)

La Juventus, secondo quanto scrive Il Corriere dello Sport, avrebbe già chiesto al gruppo squadra un sacrificio economico domandando di rimandare al prossimo esercizio il pagamento almeno parziale degli stipendi di marzo, aprile, maggio e giugno.

Si tratta di una decisione simile a quella presa un anno fa, ricorda il quotidiano sportivo, quando “In pieno lockdown, quando ancora non si potevano capire i reali effetti che la pandemia mondiale avrebbe avuto anche in termini economici, arrivava un annuncio epocale: squadra e club avevano concordato il congelamento di quattro mensilità, stipendi poi parzialmente ridistribuibili nella stagione in corso solo dopo aver avuto un effetto positivo da circa 90 milioni di euro sull’esercizio 2019/2020″

1 COMMENTO