Arctos Golden State Warriors
(Copyright: TERRY SCHMITT/via Onefootball)

Arctos Sports Partners comprerà una quota di minoranza dei Golden State Warriors. A riportarlo è Sportico, che sottolinea come la franchigia NBA sia stata valutata circa 5,5 miliardi di dollari (4,67 miliardi di euro).

Nel mese di gennaio, Arctos era emerso come uno dei fondi potenzialmente interessati all’acquisto dell’Inter. Il fondo americano acquisirà circa il 5% delle quote degli Warriors, e sarà la prima società di private equity a investire in una squadra NBA dopo l’allentamento delle misure deciso dalla lega per attirare investitori.

Arctos è guidato da Ian Charles, un investitore di spicco, e David O’Connor, l’ex amministratore delegato della Madison Square Garden Company, e tra i suoi consulenti è presente anche l’ex presidente di Turner Sports David Levy.

La missione del fondo è quella di collaborare con i proprietari e leghe per far crescere la liquidità e la flessibilità finanziaria dei gruppi proprietari grazie a un approccio collaborativo e riflessivo, spiega Arctos sul proprio sito.

A dicembre 2020 la società americana aveva raccolto fondi per 950 milioni di dollari utili all’acquisizione di quote di minoranza nelle maggiori società sportive. Golden State risulta invece tra le franchigie NBA dal valore più elevato, complice anche l’apertura della nuova arena (Chase Center) a San Francisco nel 2019.