Dividendi Saras Massimo Moratti
Massimo Moratti (foto Daniele Buffa/Image Sport/Insidefoto)

La Saras, la società di raffinazione dei Moratti, ha perso 7,2% in borsa all’indomani della pubblicazione dei conti del 2020, inferiori alle attese degli analisti.

Ieri Saras ha reso noto di aver chiuso il 2020 con ricavi a 5,342 miliardi (-45%), nonché ebitda e risultato netto negativi rispettivamente per 87,1 milioni e 275,5 milioni (da un utile di 26 milioni).

Saras ha notato inoltre che ‘era atteso che l’ultimo trimestre dell’anno sarebbe stato l’inizio del recupero’, ma che ‘purtroppo la pandemia si e’ nuovamente riacutizzata smorzando cosi’ i segnali di ripresa, che pero’ oggi si intravede’. Il cda ha poi approvato il piano industriale 2021-2024, con uno ‘scenario previsto sulla base delle proiezioni dei principali analisti di settore caratterizzato da margini ancora deboli nel 2021, in ripresa nella seconda meta’ dell’anno, e in recupero a livelli prossimi a quelli pre-Covid nel periodo 2022-2024′.

Per il 2021 sono state quindi individuate una serie di misure di significativa riduzione dei costi e degli investimenti, volte a ridurre al minimo l’impatto economico e finanziario dello scenario, con un contenimento del livello di indebitamento a livelli non superiori a quelli del 31 dicembre 2020.

GUARDA INTER-SASSUOLO SU DAZN: ATTIVA QUI IL TUO ABBONAMENTO