Premier League 18 squadre
(Foto Julian Finney, via Onefootball)

Il calcio inglese ha detto “no” alle Big Six. Come riporta il Daily Mail, la Premier League non considererà nemmeno la proposta di ridurre il numero di squadre nel campionato da 20 a 18, come richiesto invece dai top club.

La proposta, portata avanti da Liverpool e Manchester United e supportata dalle altre migliori società, rientra in un piano di riforma del campionato (Project Big Picture) che le principali società inglesi hanno cercato di tenere nascosto alla Premier League, ma che è stato tuttavia smascherato questo ottobre.

L’idea della riduzione delle squadre sorge anche per via della nuova struttura che potrebbero assumere le competizioni europee dal 2024, rischiando di creare calendari eccessivamente congestionati, soprattutto per le teste di serie.

Richard Masters, amministratore delegato della Premier League, aveva concordato un “piano strategico” per la revisione del campionato. Nonostante Masters si fosse dichiarato aperto ad ogni idea, nella riunione degli azionisti di giovedì la proposta verrà totalmente ignorata.

Tra gli altri cambiamenti proposti nel Project Big Picture vi erano l’abolizione di FA Cup e League Cup, nonché un potere sempre maggiore alle Big Six (United, Liverpool, City, Chelsea, Arsenal, Tottenham).