Juventus Champions Borsa
Foto Giuliano Marchisciano / Insidefoto

Serpeggia il malcontento tra i tifosi juventini dopo la sconfitta interna con il Benevento nell’ultima giornata di campionato che ha dato un duro colpo alle ambizioni dei bianconeri di rientrare in corsa nella lotta per lo Scudetto. Anche se va ricordato, il club presieduto da Andrea Agnelli ha una partita da recuperare rispetto alla gran parte delle squadre concorrenti.

In molti si sono chiesti se la battuta d’arresto con la formazione di Filippo Inzaghi non possa mettere a rischio addirittura la qualificazione alla prossima edizione della UEFA Champions League, visto che attualmente la Juventus occupa il terzo posto in classifica, a 10 punti di distanza dall’Inter (a parità di partite giocate) e a 4 lunghezze dal Milan, che però ha disputato una gara in più. I bianconeri sono infatti in attesa di recuperare la sfida della terza giornata di andata contro il Napoli.

Un’eventuale esclusione dalla massima competizione europea per club nel 2021/22 avrebbe del clamoroso dopo il dominio della Juve in Serie A nelle ultime nove stagioni.

Al momento la Borsa sembra non credere a questa ipotesi, dato che nella giornata odierna il titolo del club bianconero ha chiuso perdendo solamente lo 0,76% e toccando quota 0,7878 euro per azione e capitalizzazione di mercato pari a 1,04 miliardi di euro.

Va ricordato però che un successo contro i partenopei – al netto dei risultati nel prossimo turno di campionato – consentirebbe alla formazione di Pirlo di avvicinare i rossoneri e di mantenere a debita distanza proprio la squadra di Gennaro Gattuso, mentre con un pareggio la distanza dal quinto posto rimarrebbe invariata rispetto ad ora.

In caso di sconfitta, invece, la situazione sarebbe sicuramente più allarmante, perché la Juventus potrebbe scalare addirittura in quinta posizione, ritrovandosi – anche se solo momentaneamente – fuori dai piazzamenti validi per la qualificazione alla massima competizione europea per club, fatto che non si verifica dalla stagione 2010/2011.