Salvini nuovo San Siro

«Evviva un nuovo stadio che porta lavoro, infrastrutture e sicurezza». Con queste parole, intervenendo a Telelombardia, il leader della Lega, Matteo Salvini, ha risposto al sindaco di Milano Beppe Sala a proposito del nuovo impianto da gioco di Milan e Inter.

Oggi il primo cittadino ha comunicato di voler avere più certezze sul futuro societario dell’Inter prima di dare l’ok alla costruzione del nuovo stadio. Per Salvini, invece, bisogna procedere, andare avanti. E assicura che, se il centrodestra vincerà le elezioni comunali, tutto ciò sarà possibile.

«Stiamo parlando di 1 miliardo e 200 milioni di investimenti e della riqualificazione di un intero quartiere e di migliaia di posti di lavoro, prima parte meglio è», ha detto. Secondo l’ex ministro dell’Interno «il partito del no non ha mai avuto senso e ne ha ancora meno ora».

Per Salvini è surreale che del nuovo stadio se ne stia parlando da anni, ma che tutto rimanga fermo «per colpa dei problemi interni all’amministrazione». Se alle elezioni comunali vincerà il centrodestra (che ancora non ha un candidato ufficiale), Salvini promette un cambiamento nella gestione del capoluogo lombardo.

«Se saremo noi alla guida della città, come mi auguro non solo faremo lo stadio, ma ci occuperemo anche del recupero degli scali ferroviari e di nuove infrastrutture», ha aggiunto. Al sindaco Sala ha ricordato, poi, che per dirsi «green non basta fare la pista ciclabile in corso Buenos Aires».