Serie A distribuzione risorse
Il presidente della Lega di Serie A, Paolo Dal Pino (Photo Andrea Staccioli / Insidefoto)

L’assegnazione dei diritti tv è un tema esclusivamente in mano ai club e se finora non sono stati ancora assegnati è per “incapacità delle associate di superare i loro conflitti individuali e giungere alla formazione di una volontà collettiva”. È questa – riporta l’ANSA – la replica del presidente della Lega Serie A Paolo Dal Pino alla lettera inviata da sette società (Atalanta, Fiorentina, Inter, Juve, Lazio, Napoli e Verona) che chiedevano di procedere “senza indugio” ad assegnare i diritti tv.

Nella missiva con cui risponde ai club, Dal Pino sottolinea di aver inserito il tema diritti tv nelle ultime quattro assemblee, senza tuttavia che i club riuscissero a trovare un accordo. 

Nella lettera, Dal Pino richiama così i club alle loro responsabilità, sottolineando inoltre che proseguirà a convocare assemblee “fino a quando lo stallo assembleare in atto non troverà, nell’assemblea, una soluzione”.

Inoltre, il presidente della Lega Serie A esprime anche “l’auspicio che il conflitto di posizioni in essere, peraltro ricadente su deliberazioni aventi per oggetto questioni essenziali alla vita della nostra Associazione, sia presto superato nel primario interesse collettivo del funzionamento utile della gestione associativa, lasciando che i lamentati reciproci comportamenti ostruzionistici abbandonino il campo ai principi di lealtà, correttezza e probità che regolano i rapporti e le attività sportive”.