Liga ricavi Coronavirus
(Photo by GABRIEL BOUYS/AFP via Getty Images)

Uno studio della società di revisione Pricewaterhouse Coopers ha analizzato la situazione economica dei club appartenenti ai due massimi livelli del calcio spagnolo, certificando che per le stagioni 2019/20 e 2020/21 – alla luce del Covid – andranno incontro a oltre 2 miliardi di euro di mancati ricavi.

Per il 2019/20, le entrate per i club di prima e seconda divisione sono diminuite di 366 milioni di euro in totale, il 7% in meno rispetto al totale stimato di 5,167 miliardi di euro senza la pandemia. Una riduzione delle spese da parte dei club ha portato l’impatto netto a 175 milioni di euro.

Per la stagione 2020/21, che si svolge interamente a porte chiuse, il calo dei ricavi è cresciuto a 1,64 miliardi di euro. Si tratta del 31% in meno del totale di 5,26 miliardi di euro stimati senza emergenza Coronavirus. L’ulteriore riduzione dei costi dovrebbe portare l’impatto negativo a un netto di 854 milioni di euro.

Secondo PwC, in due stagioni il reddito combinato scenderà del 19%, con un impatto netto sui conti pari a 1,03 miliardi di euro. Secondo lo studio, i club sono stati in grado di ridurre le spese di un totale di 766 milioni di euro dall’inizio della pandemia.

Guardando ogni singola area di business, il calo dei ricavi è stato più o meno pesante:

  • ricavi da matchday: -17% per il 2019/20 e -71% per il 2020/21;
  • proventi da diritti Tv: -146 milioni di euro in entrambe le stagioni (-5% rispetto alle stime);
  • advertising: scarso impatto sul 2019/20 e -13% nel 2020/21

Per lo studio PwC ha stimato che il reddito aggregato dei club sarebbe aumentato dell’8,2% e del 2% rispettivamente nelle stagioni 2019/20 e 2020/21. Nonostante il notevole sconvolgimento, la Liga ritiene di aver assorbito l’impatto dell’emergenza «meglio di altri campionati e settori europei».

SERIE A, CHAMPIONS LEAGUE
ED EUROPA LEAGUE
SCOPRI LE NUOVE OFFERTE DI SKY
CLICCA QUI E COMPILA IL FORM