Inter logo
(Photo by David Ramos/Getty Images)

Possibile declassamento per il rating del bond dell’Inter. Fitch Ratings ha infatti collocato il bond di Inter Media and Communication S.p.A. (MediaCo), che hanno un rating ‘BB-‘, su Rating Watch Negative (RWN).

“L’azione RWN è in risposta a importanti problemi di liquidità che ci aspettiamo nei prossimi mesi in FC Internazionale Milano S.p.A (TeamCo) e al conseguente deterioramento della posizione finanziaria consolidata dell’Inter”, si legge nel comunicato.

“TeamCo ha avuto una riduzione delle entrate di circa il 20% nell’anno finanziario terminato a giugno 2020 (FY20) su base annua a causa del fatto che tutte le partite si sono svolte a porte chiuse senza fan presenti. Anche gli stipendi dei giocatori del club sono circa il 20% superiori alle nostre aspettative iniziali per il FY21 a causa di un mercato dei trasferimenti dei giocatori significativamente più debole in tutta Europa. Ciò ha portato a limitati afflussi di cassa dalla vendita di giocatori e ha assicurato che i salari dei giocatori siano notevolmente superiori alle aspettative. Inoltre, sono continuate le difficoltà nella raccolta di entrate dai partner di sponsorizzazione asiatici”.

“Nel complesso, negli scenari di rating Fitch, ciò comporterà significativi requisiti di liquidità nei prossimi mesi per TeamCo. Tuttavia, il club ha storicamente ricevuto un forte sostegno dai suoi azionisti. Il RWN sarà risolto quando avremo maggiore visibilità sulla soluzione al deficit di liquidità e sull’evoluzione della struttura patrimoniale del Gruppo”.

“MediaCo  è abbastanza isolata dalla pressione della liquidità presso TeamCo poiché ha un ricorso preferenziale a determinati ricavi commerciali e dei media. Nonostante ciò, la redditività a lungo termine di MediaCo, e quindi la capacità di rifinanziare il bond, è intrinsecamente legata alla performance di TeamCo per garantire che i ricavi media e commerciali continuino ai livelli attuali. Questa relazione si riflette nell’approccio consolidato che utilizziamo per raggiungere il rating del credito a lungo termine”.

Tra gli elementi presi in considerazione da Fitch anche la struttura del debito della MediaCo, considerata “debole”, con un rischio però legato al rifinanziamento. “Il debito è senior presso MediaCo, principalmente bullet e comporta il rischio di rifinanziamento data la prossima scadenza nel dicembre 2022. Su base consolidata il gruppo ha anche accesso a una linea di credito revolving (RCF) da 50 milioni di euro, che è completamente utilizzata”.

“Nonostante l’analisi di Fitch si basi su un approccio consolidato a MediaCo e TeamCo, le caratteristiche strutturali di MediaCo creano protezione per gli investitori per limitare la loro esposizione al rischio operativo in TeamCo. Il flusso di cassa di MediaCo offre agli investitori un diritto di primo piano sui ricavi promessi, con solo una piccola parte dei costi operativi di MediaCo che cade al di sopra degli investitori nella cascata. Ciò garantisce che i pagamenti siano effettuati agli investitori e che i conti di riserva siano finanziati prima di qualsiasi distribuzione a TeamCo”.

 

“Pur trattandosi di una caratteristica vantaggiosa, Fitch ritiene che il rischio di rifinanziamento sia ampiamente legato all’andamento del gruppo consolidato, caratteristica particolarmente evidenziata dalla sospensione della Serie A a seguito della pandemia. Pertanto, viene concesso un beneficio limitato alle protezioni strutturali su base consolidata, ma viene applicato un aumento del rating attraverso l’applicazione dei nostri Criteri di collegamento della società madre (PSL)”.