Panini cessione attività

Panini SpA, azienda produttrice delle celebri raccolte di figurine di calcio, starebbe valutando una possibile cessione dell’attività. Lo riporta Bloomberg, spiegando che la società italiana ha attirato l’interesse di potenziali acquirenti, compresi fondi di private equity.

Eventuali trattative sarebbero in fase embrionale e non c’è certezza che porteranno a un processo di vendita formale. Bloomberg ha sottolineato di non essere riuscita a contattare un rappresentante del Gruppo Panini per un commento.

Panini è nata nel 1961 a Modena, in Italia, e negli anni è diventata famosa per le sue collezioni di figurine raffiguranti le stelle del calcio mondiale. L’azienda ha venduto figurine per ogni Mondiale FIFA, a partire dal 1970 in Messico.

Collezioni complete di figurine Panini e carte singole molto rare, come quelle di giocatori quali il portoghese Cristiano Ronaldo (prima che diventasse famoso), possono raggiungere prezzi elevati nel mercato dei collezionisti.

L’azienda pubblica anche riviste e libri per bambini, fumetti e graphic novel in Europa e America Latina e, secondo il suo sito web, impiega oltre 1.200 dipendenti. Nel 2018, le vendite di Panini hanno raggiunto il traguardo di 1 miliardo di euro.