Champions League diritti tv (Photo credit should read JAVIER SORIANO/AFP/Getty Images)

Con l’ufficialità, da parte di Mediaset, dell’acquisto dei diritti tv per la Champions League 2021/24 in Italia, si è andato a completare il quadro di come i tifosi e gli appassionati potranno seguire la principale competizione continentale per club.

Sono tre, infatti, le società che hanno acquistato i diritti tv per trasmettere la Champions League in Italia:

Come si divideranno le 137 gare (playoff dei preliminari compresi) i tre broadcaster in questione?

  • Amazon: 16 migliori partite del mercoledì sera a stagione a pagamento in streaming in esclusiva;
  • Sky: 121 partite a stagione a pagamento (satellite, digitale e streaming con NowTv);
  • Mediaset: 121 partite a stagione, di cui 17 partite (16 del martedì sera più la finale) gratuitamente in chiaro e le altre 104 partite a pagamento in streaming.

La suddivisione tra Sky e Mediaset nasce dalla sentenza del Consiglio di Stato sulla vicenda R2, che ha vietato alla pay-tv di Comcast di acquisire diritti per trasmettere in esclusiva sul web.

Chi vorrà seguire tutta la Champions League in tv nel 2021/24 avrà così bisogno di due abbonamenti (escludendo le 17 partite in chiaro gratuite su Mediaset), che potranno essere tuttavia differenziati nella composizione:

  • Amazon+Sky (streaming+satellite, streaming+digitale o streaming+streaming) oppure
  • Amazon+Mediaset (streaming+streaming).

L’attesa ora è per scoprire i prezzi che saranno applicate dai singoli broadcaster per i vari abbonamenti, oltre alla piattaforma che sarà utilizzata da Mediaset per trasmettere le gare in streaming a pagamento.